the People's Game

  • I support SD

    I support SD
  • Supporters Direct

    Supporters Direct
  • Football Supporters Europe

    Football Supporters Europe
  • Venezia United

    Venezia United
  • Sogno Cavese

    Sogno Cavese
  • sosteniamolancona

  • MyRoma

    MyRoma
  • paperblog

Archive for the ‘Football Supporters Europe’ Category

Dalla vision di FSE: coinvolgere i tifosi anche nelle strutture proprietarie e di governance

Posted by thepeoplesgame su 1 marzo 2012

Football Supporters Europe, che si prepara al congresso 2012 a Instanbul, è al lavoro per una nuova fanzine, Revive the Roar!, e come numero 0 ha deciso di pubblicare, a cinque anni dalla nascita dell’associazione, la propria vision: come vogliamo che sia il calcio del futuro? quale crediamo che dovrebbe essere il ruolo dei tifosi?

FSE si batte per

  • il pieno riconoscimento dei tifosi come uno dei principali stakeholders da parte delle autorità calcistiche e delle istituzioni a tutti i livelli
  • la consultazione inclusiva dei tifosi di calcio e la considerazione degli interessi e delle esigenze dei tifosi, in condizioni di parità, sugli argomenti più importanti
  •  strutture proprietarie e di governance nel calcio, in cui i club siano di proprietà dei propri soci, idealmente i tifosi, per una crescente sostenibilità dello sport
  • un calcio senza violenza e discriminazioni.

Come valori chiave, sono indicati l’antidiscriminazione, il rifiuto della violenza, il favorire una cultura del tifo positiva che venga dalla base, la promozione della good governance. È scritto a riguardo:

Una buona governance del calcio è essenziale per il successo sostenibile di questo sport. Una buona governance nel contesto calcio secondo FSE è caratterizzata dalla garanzia  di apertura, accessibilità e responsabilità a vantaggio dei valori sociali, culturali ed economici del calcio per la società, per tutte le decisioni prese a tutti i livelli dello sport. Crediamo che il coinvolgimento dei tifosi ed il loro essere proprietari di quote dei club si sia dimostrato il miglior strumento per assicurare che i club siano gestiti in modo responsabile e finanziariamente sostenibile, ed è per questo che FSE sostiene pienamente il lavoro in Europa di Supporters Direct in questo campo.

Il documento analizza la situazione e propone soluzioni riguardo a numerosi aspetti importanti per i tifosi di calcio in tutta Europa, dalla sicurezza alle sanzioni per i supporters, dai prezzi dei biglietti agli orari di inizio delle partite, dalla possibilità di assistervi in piedi al rapporto con i giocatori. Un posto di primo piano va di diritto a “commercializzazione e proprietà dei club”:

 FSE ed i suoi membri credono nel calcio, nella maggior parte delle nazioni europee, come una parte integrale della proprietà comune, e non come un’entità di business privata. Il calcio gioca un ruolo importante a livello sociale e culturale e anche economico, per i suoi tifosi e le comunità circostanti. Contro questo background, siamo chiaramente contrari allo sconsiderato sfruttamento commerciale del calcio e ancora di più dei suoi club per ottenere profitti di breve termine, perseguire interessi di breve termine, così come alla cattiva gestione finanziaria e a inadeguati standard di governance che troppo spesso portano a club profondamente indebitati e alla perdita di importanti tradizioni e potenziali di identificazione. La maggior parte dei tifosi di calcio è inoltre contraria al fatto che venga data la priorità agli interessi degli sponsor e degli investitori commerciali a causa di crescenti restrizioni per gli stessi tifosi, che sono i contribuenti più fedeli, appassionati e di lunga data. Ciò riduce le loro possibilità di seguire la propria squadra (ad esempio relativamente alla ridotta disponibilità dei biglietti per i tifosi, agli alti prezzi dei prodotti del merchandising, alla predominanza dei settori per le aziende negli stadi, al cambiamento dei colori tradizionali del club o dei nomi degli stadi, ecc.). Ci sono prove scientifiche che mostrano esattamente come l’alienazione tra i tifosi ed i club creata in tal modo può essere nei fatti una delle principali cause alla base dei problemi e tensioni, o addirittura di gravi conflitti tra tifosi e club. Detto ciò, i tifosi di calcio sono allo stesso modo consapevoli che l’orientamento al business fino a un certo grado  è sempre stato importante per una gestione sostenibile delle società di calcio. Perciò, i tifosi possono accettare un approccio commerciale in certe aree della gestione del club, se le misure prese sono bilanciate con i bisogni e l’identità del club e dei suoi tifosi e della comunità circostante, e li proteggono. La proprietà da parte dei tifosi e la consultazione dei tifosi nelle questioni relative alla gestione del club e l’elaborazione congiunta di rispettive obbligatorie linee guida possono fornire una soluzione sostenibile vero una gestione più equilibrata delle esigente dei tifosi e degli interessi commerciali, e contribuire così alla sostenibilità e alla profittabilità di lungo termine del calcio.

Posted in Football Supporters Europe | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

SD ed FSE dicono no alla Fifa: ecco perchè

Posted by thepeoplesgame su 19 dicembre 2011

La scorsa settimana Supporters Direct e Football Supporters Europe, che lo scorso luglio durante il Congresso dei Tifosi Europei di calcio avevano adottato una risoluzione chiedendo alla Fifa di migliorare la governance e la trasparenza all’interno dell’organizzazione visti i recenti scandali, sono state invitate dal Segretario Generale della FIFA Jérôme Valcke e da Mark Pieth del Basle Institute on Governance (Istituto per la Governance di Basilea) di prendere parte a un Comitato Indipendente sulla Governance (IGC – Indipendent Governance Committee) per supervisionare il lavoro di quattro task force interne della FIFA che lavorano per mettere a punto le raccomandazioni per la riforma della governance della FIFA.  Dopo giorni di discussioni e valutazione delle informazioni a irguardo, entrambe le organizzazioni hanno rifiutato di prenfere parte a tale comitato. Ecco i motivi, spiegati nel comunicato congiunto:

Le strutture di governance e la qualità di indipendenza dell’IGC. Deve essere sottolineato che apprezziamo e rispettiamo molto il lavoro e la competenza del Sig. Pieth in questo campo. Detto questo, nonostante il Sig. Pieth avrebbe un ruolo centrale da svolgere per il lavoro di questo IGC, riteniamo che un Comitato Indipendente sulla Governance possa essere veramente indipendente se la sua presidenza sia almeno nominata o democraticamente eletta dallo stesso comitato, piuttosto che dal Comitato Esecutivo della FIFA che sarà soggetto al processo di riforma che deve essere supervisionato dallo stesso IGC.

L’impatto atteso dell’IGC sul processo di riforma. L’IGC dovrà testimoniare al Comitato Esecutivo della FIFA a marzo 2012 dopo solo tre giorni di incontri e riteniamo che questo lasso di tempo limitato possa rendere molto difficile per i membri dell’IGC ottenere visioni sostanziali e impatto sul lavoro svolto dalle quattro task force oppure svolgere indagini sul passato, ove richiesto. Crediamo che ad un importante progetto che cerca di realizzare riforme sostanziali della governance all’interno della FIFA dovrebbe essere dato più tempo.

La mancanza di trasparenza e i tempi della procedura di invito all’IGC. Mentre abbiamo accolto con molto favore la volontà di costruire un Comitato Indipendente sulla Governance (IGC) al più presto, siamo rimasti un po’ perplessi in vista delle scadenze della procedura di invito ai potenziali membri dell’IGC: abbiamo ricevuto l’invito solo alla fine della scorsa settimana e inizialmente ci è stato richiesto di nominare un delegato in soli due giorni. Leggi il seguito di questo post »

Posted in Football Supporters Europe, Supporters Direct | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lo European Football Fans’ Congress fa appello alla FIFA per gli standard etici

Posted by thepeoplesgame su 4 luglio 2011

Circa 300 tifosi di calcio da oltre 30 nazioni si sono riuniti questo weekend a Copenhagen e Brondby per il loro annuale European Football Fans’ Congress.

Durante il Congresso sono stati discussi il rapporto tra tifosi e media e tra calcio e violenza, la buona accoglienza dei tifosi ed i preparativi per Euro 2012. I workshop hanno condotto a proposte per azioni concrete da realizzare durante la stagione calcistica in arrivo.

William Gaillard, consulente del Presidente dell’UEFA, ha aperto il congresso dimostrando il suo apprezzamento per il lavoro che Football Supporters Europe (FSE) ha svolto nel corso degli ultimo anni e sfidando il congresso a prendere parte nelle prossime grandi decisioni, ad esempio sulle strutture dei campionati e la proprietà dei club calcistici.

Il congresso ha inoltre accolto gli interventi dei rappresentanti del Consiglio d’Europa, della Lega Europea delle Leghe Professionistiche (EPFL), della Lega Danese, del Brondby IF e del capo della polizia di Copenhagen.

In una delle sessioni di dibattito i tifosi danesi hanno avuto un lungo dialogo con la polizia danese che ha portato ad un accordo concreto per instaurare un dialogo strutturale, in modo da aumentare la qualità dei loro reciproci rapporti.

Durante l’annuale Assemblea Generale di domenica i membri hanno eletto il nuovo Comitato Direttivo. Sono stati eletti quattro nuovi membri – Martin Endemann (Germaniay), Riccardo Bertolin (Italia), Mehdi Tazraret (Francia) and Joanna Laska (Polonia) – che si uniscono ai confermati, provenienti da Inghilterra, Slovacchia, Belgio and Norvegia.

Nello scorso anno il numero dei membri di FSE è cresciuto tanto che ora l’organizzazione ora rappresenta più di 3.000.000 di tifosi di calcio di tutta Europa.

Il congresso ha inoltre adottato all’unanimità una risoluzione in cui FSE chiede con urgenza che la FIFA  diventi più trasparente in relazione denaro, standard etici e trasparenze delle procedure.

Posted in Football Supporters Europe | Leave a Comment »

Save Fan Culture!!!

Posted by thepeoplesgame su 30 aprile 2011

Posted in Football Supporters Europe | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Save Fan Culture! La campagna di FSE

Posted by thepeoplesgame su 27 aprile 2011

Repressione eccessiva e sproporzionata, arresti immotivati, divieto di appendere bandiere o striscioni senza apparente motivo, diffide arbitrarie e, peggio ancora, sanzioni che colpiscono intere tifoserie per il comportamento di una piccola minoranza di persone. Non c’è tifoso che non abbia assistito in prima persona ad almeno una di queste circostanze. Per molti di loro questi episodi sono ormai divenuti una costante, per alcuni lo sono in ogni trasferta mentre per altri invece contraddistinguono gli incontri casalinghi.

A causa di tali numerose esperienze negative, le forze di polizia sono spesso percepite come “il nemico” invece che come l’organismo che ha il compito di proteggerci e garantire la nostra sicurezza agli incontri di calcio – qual è suo compito. Per molti tifosi, anche questa non è altro che una conseguenza del “calcio moderno”. La repressione,unita alla percezione indifferenziata dei tifosi come di un problema da parte di polizia, autorità e clubs, è certamente un aspetto problematico nella vita di ogni supporter.

L’esperienza all’interno degli stadi è certamente cambiata. La commercializzazione crescente di questi ultimi anni ha fatto sì che i club e le varie Leghe siano oggi sempre più dipendenti dagli sponsor – gruppi televisivi, società finanziarie, grandi investitori, etc. Nuove leggi e normative hanno introdotto forme di controllo e restrizioni sempre più rigide per i tifosi di tutta Europa, con l’obiettivo dichiarato di incrementare la sicurezza negli stadi o di contrastare i cosiddetti “comportamenti sgraditi” – ad esempio l’utilizzo di artifizi pirotecnici.

Più in generale, in tutta Europa, si stanno implementando nuove normative sempre più rigide o se ne sta considerando l’adozione: si parla, ad esempio, di nuovi sistemi di monitoraggio video sempre più efficaci o di tessere del tifoso, senza dimenticare come i tifosi debbano ancora convivere con la presenza di addetti di polizia sugli spalti o con un servizio d’ordine privo di formazione né training in mediazione dei conflitti.

Non viene neanche presa in considerazione la possibilità di responsabilizzare i tifosi, incoraggiando forme di autoregolamentazione, invece di trattarli semplicemente alla stregua di consumatori. È ormai una prassi punire intere tifoserie incolpevoli per il comportamento di una minoranza, ad esempio imponendo di giocare “a porte chiuse”. Ancora, ogni anno migliaia di tifosi vengono colpiti da procedimenti di Daspo (diffida), spesso senza alcuna prova a carico o semplicemente a scopo preventivo, e a volte si diffidano pure interi gruppi di supporter in maniera indifferenziata.

Nonostante questa incredibile situazione, siamo sempre NOI – i supporter di tutta Europa che seguono la propria squadra in maniera appassionata – la linfa vitale del calcio ed è il momento di farci sentire. Dobbiamo opporci a tutto ciò, dobbiamo rifiutare di essere trattati come cittadini di seconda classe soltanto perché andiamo allo stadio, e dobbiamo contrastare la crescente stretta repressiva delle autorità. È giunta l’ora di lavorare insieme per uno obiettivo comune: Salvare la Cultura del Tifo.

In qualità di tifosi attivi, passionali e “da stadio” di tutta Europa, noi:

  • Invitiamo club, Leghe e Federazioni a fermare l’introduzione delle Tessere del Tifoso
  • Invitiamo gli organismi responsabili ad applicare le normative e le leggi che impongono che tutti gli agenti di polizia siano identificabili individualmente attraverso un numero di riconoscimento
  • Invitiamo le autorità a introdurre negli stadi steward opportunamente formati in luogo degli agenti di polizia
  • Incoraggiamo l’introduzione di normative trasparenti, tolleranti e proporzionali, redatte in consultazione con i tifosi stessi, per quanto concerne l’utilizzo di materiali di tifo, quali bandiere, striscioni e altri oggetti coreografici, all’interno degli stadi
  • Vogliamo incoraggiare l’autoregolamentazione tra tifosi e invitiamo UEFA, Federazioni, club e autorità ad adottare tutte le misure necessarie per promuovere tale sviluppo

Come tifosi, vogliamo goderci un incontro di calcio e sostenere la nostra squadra in un contesto libero, ospitale e caloroso. Ascoltandoci e tenendo in considerazione ciò che abbiamo da dire, non siamo il problema ma diventiamo parte della soluzione! Mostriamo a tutti quanto è fondamentale la Cultura del Tifo che rischiano di perdere! È nostra responsabilità contrastare la repressione e pretendere un trattamento equo, trasparente e adeguato alle situazioni per i tifosi di tutta Europa. È nostra responsabilità unirci, mostrare quanti siamo e far conoscere le nostre idee per salvare la Cultura del Tifo!

Per sapere come partecipare e chi aderisce agli Action Days, scaricare i banner ecc., il riferimento è il sito web di Football Supporters Europe.

Posted in Football Supporters Europe | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Immagina un calcio senza tifosi…

Posted by thepeoplesgame su 5 aprile 2011

Football Supporters Europe – Assemblea Europea dei Tifosi di Calcio a Brøndby & Copenhagen, Danimarca, 1-3 luglio 2011

Immagina…

… di voler seguire la tua squadra in trasferta ma che le autorità vietino a tutti i tifosi di farlo, o di dover fornire tutti i tuoi dati personali prima di poter comprare un biglietto!

 … che il tuo club venga sanzionato con l’obbligo di giocare una partita a porte chiuse, punendo così l’intera tifoseria per le azioni di una minoranza in occasione dell’ultimo incontro!

 … che all’ingresso dello stadio, e senza nessun preavviso, vi venga proibito di introdurre le vostre bandiere e i vostri striscioni, senza alcuna ragione comprensibile!

 … di aver preso posizione contro il razzismo con uno striscione allo stadio e di essere arrestato per questo!

 … di non poter andare a vedere gli incontri della tua squadra allo stadio perché il prezzo dei biglietti è decisamente troppo elevato!

 … di essere trattato aggressivamente dagli steward o dalla polizia o di dover sopportare perquisizioni indecorose – ad esempio realizzate dai militari o con l’obbligo di spogliarsi completamente in una tenda all’ingresso dello stadio!

 Vi sembrano casi limite? Purtroppo non lo sono affatto. In molte nazioni europee, casi come questi si registrano realmente o sono addirittura un’evenienza più o meno abituale per i tifosi di calcio. Tutto questo, nonostante sia stato scientificamente provato come repressione e pessima accoglienza nei confronti dei tifosi abbiano un’elevata probabilità di peggiorare lo stato delle cose e generare ulteriori problemi.

E qual è la conseguenza ultima della repressione collettiva e del maltrattamento dei tifosi e delle loro varie forme di espressione tradizionali? La creazione di un calcio senza atmosfera, in cui gli spettatori sono solo consumatori occasionali di un evento. Un calcio senza tifosi!

Fortunatamente, in un crescente numero di nazioni, grazie soprattutto all’impegno dei tifosi ma anche a quello di autorità e istituzioni calcistiche, si sono intraprese iniziative tese ad arginare forme di trattamento inique e migliorare l’accoglienza, la comprensione ed il dialogo con i tifosi. Si è compreso come i tifosi siano un fattore importante per l’atmosfera complessiva e come le loro forme di espressione siano un elemento essenziale per l’interesse del calcio, non certo un problema.

Grazie al lavoro svolto dai gruppi di tifosi Alpha e Brøndby Support, e con il sostegno dell’associazione nazionale di tifosi DFF, oltre che di Brøndby IF, Copenhagen FC e UEFA, potremo trovarci e parlare di tutto ciò in occasione del 4° EFFC, l’Assemblea Europea dei Tifosi di Calcio, in programma a Copenhagen e Brøndby dall’1 al 3 luglio 2011!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Football Supporters Europe | Leave a Comment »

FSE: news da Polonia ed Ucraina verso Euro 2012

Posted by thepeoplesgame su 10 gennaio 2011

Nel quadro del Fans’ Embassy Go East Project, FSE ha supportato sette eventi “Fans’ Actions” in Polonia e Ucraina, i paesi che ospiteranno EURO 2012. Le attività di successo sono state organizzate dai tifosi di calcio da Danzica a Donetsk, compresi tornei internazionali, attività sociali e tavole rotonde. Tutti le iniziative dei tifosi sono stati oggetto di consenso e sostegno proattivo dei principi fondamentali di FSE.

“Il tifo come linguaggio universale”
La mostra fotografica “Il tifo come linguaggio universale” ha messo la passione espressa ogni settimana da milioni di tifosi di calcio di tutto il mondo in primo piano. L’obiettivo della mostra in Cracovia Galeria 2 Swiaty era semplice: mostrare i tifosi di calcio e la cultura del tifo in un modo più positivo e meno unilaterale di quello in cui sono presentati dai media. 28 istantanee di alta classe da stadi di calcio in 16 diversi paesi, non solo hanno costurito la cornice della mostra fotografica, ma sono state anche la base per un album di 96 pagine patinate che è stato presentato durante la manifestazione di apertura. Il 9 settembre il club Pauza a Cracovia ha ospitato un vivace dibattito diviso in due parti: la prima è stata dedicata al tifo a Cracovia, la seconda a una discussione tra i sociologi, il capo del fan project a Wroclaw e il vice presidente di Hutnik Cracovia, un club che è stato rifondato dai suoi tifosi in seguito del fallimento (lungo linee simili a quelle del modello di AFC Wimbledon o Austria Salisburgo.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Football Supporters Europe | Leave a Comment »

FSE: il Congresso 2011 a Copenhagen

Posted by thepeoplesgame su 11 dicembre 2010

L’evento annuale di FSE, lo European Football Fans’ Congress (EFFC), è stato ufficializzato, si svolgerà nel 2011 in Danimarca, a Brondby/Copenhagen, dal 1° al 3 luglio. Ulteriori informazioni ed il modulo di registrazione saranno on line in primavera. Entro il 15 gennaio è invece possibile inviare per email le proprie idee per i workshop o altre attività, contribuendo a dare forma al prossimo week end dedicato ai tifosi di tutta Europa. Per il momento, c’è il progetto di un torneo tra tifosi contro la discriminazione.

Posted in Football Supporters Europe | Leave a Comment »

FSE: un questionario per costruire un manuale europeo per le iniziative dei tifosi

Posted by thepeoplesgame su 3 novembre 2010

Ti ricordi quando vi dicevate che come tifosi non avreste più potuto tollerare la situazione intorno al vostro club (che si trattasse del prezzo dei biglietti, della repressione crescente, dei dirigenti del club o chissà che altro) e che era arrivato il momento di passare all’azione?
All’inizio c’era un mix di sensazioni e pensieri riguardo a come muoversi. Poi c’erano quei tifosi che vi dicevano che protestare non serviva a niente e che non sareste mai riusciti a cambiare nulla.  Ciononostante avete deciso di lanciare la vostra mobilitazione o campagna, come tifosi o come gruppo, e siete riusciti a promuovere un cambiamento, “semplicemente” facendovi sentire in maniera decisa e chiara sulle questioni che vi stavano a cuore e adottando una strategia vincente!

Sono tanti i tifosi che si trovano a fronteggiare questi problemi e vogliono fare qualcosa, ma non sanno come farlo e/o non hanno abbastanza esperienza. Ecco perché FSE vuole incoraggiare i tifosi di tutta Europa a condividere le proprie esperienze, raccontare la propria campagna principale e/o le iniziative che hanno avuto maggior successo, in modo tale da sostenersi a vicenda, promuovere il cambiamento e scambiarsi idee vincenti. Perché diavolo reinventarsi tutto ogni volta? Non è importante che la vostra iniziativa abbia funzionato per voi – potrebbe essere il modello vincente per i tifosi di un altro club! E se ha funzionato, tanto meglio! Anche se è stata un’iniziativa particolarmente semplice, non esitate a raccontarcela: più facile è da mettere in pratica, meglio è!

Vogliamo raccogliere tutte queste esperienze in una guida europea di FSE sulle campagne di mobilitazione dei tifosi, un manuale dei tifosi per i tifosi finalizzato a mostrare e promuovere quanto i supporters di tutto il continente hanno saputo fare in questi anni per  migliorare la situazione intorno ai propri club. Contribuisci anche tu a questo progetto con la tua esperienza e la tua storia. Dai una mano a evitare che altri tifosi si trovino in una situazione in cui vi siete già trovati e nella quale avreste voluto che qualcuno vi dicesse “No, non farlo!”. La guida sulle campagne di mobilitazione dei tifosi vuole essere un progetto di lunga durata che verrà aggiornato regolarmente. Sono invitati a partecipare tutti i gruppi e le organizzazioni di tifosi attive su scala locale/nazionale ed i singoli tifosi che aderiscono ai principi guida di FSE!

Completa il questionario online (anche in forma anonima) nella tua lingua preferita e inviaci foto o materiale della campagna all’indirizzo campaigning@footballsupporterseurope.org! Inoltra il link ad altri tifosi che potrebbero essere interessati a partecipare! Alla fine, la guida conterrà tutte le esperienze da voi raccontate, considerando le varie aree geografiche e ulteriori altri aspetti. Per questo prima stesura della guida, vi preghiamo di compilare il questionario entro il 31 dicembre 2010! La vostra esperienza potrebbe davvero fare la differenza per le future iniziative dei tifosi! Grazie!

Edmund Barrett (membro di FSE, Inghilterra) e Shay Golub (membro del Consiglio direttivo di FSE, Israele)

Posted in Football Supporters Europe | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

10 mila tifosi tedeschi in piazza a Berlino

Posted by thepeoplesgame su 11 ottobre 2010

Sono stati quasi 10 mila i tifosi tedeschi, arrivati da tutta la nazione, che sono scesi in strada sabato a Berlino, in rappresentanza di oltre 160 gruppi sostenitori di 50 squadre, sotto lo slogan “Difendiamo la cultura del tifo”. È stata una manifestazione colorata ed assolutamente pacifica, così come il tifo che promuoveva. Tantissime le bandiere e gli striscioni portati dai tifosi, che hanno applaudito gli interventi dei vari rappresentati delle principali organizzazioni di tifosi attive a livello nazionale, BAFF, ProFans ed Unsere Kurve.  I tifosi tedeschi, per raggiungere i loro obiettivi, su più fronti, dalla fan ownership alla lotta contro la repressione e la commercializzazione del loro sport preferito, vogliono porsi come un interlocutore credibile e sono consapevoli che libertà e responsabilità vanno di pari passo. La manifestazione di sabato è stata solo l’inizio di una campagna di lungo periodo, a cui è invitato ogni tifoso.

Qualche video: 1, 2, 3, 4.

Posted in Dall'Europa, Football Supporters Europe | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: