the People's Game

  • I support SD

    I support SD
  • Supporters Direct

    Supporters Direct
  • Football Supporters Europe

    Football Supporters Europe
  • Venezia United

    Venezia United
  • Sogno Cavese

    Sogno Cavese
  • sosteniamolancona

  • MyRoma

    MyRoma
  • paperblog

Posts Tagged ‘Athletic Bilbao’

Orgoglio basco – di Stefano Faccendini

Posted by thepeoplesgame su 8 giugno 2011

Con la stagione 2010-11 ormai archiviata in tutti i maggiori campionati europei e quella delle bufale e delle follie di mercato alle porte, in molti si guardano indietro e fanno un bilancio degli ultimi 12 mesi.

Ancora una volta gli esperti, quelli di mestiere per intenderci, hanno perso un’occasione per mettere in risalto un piccolo miracolo accaduto in questo mondo del calcio moderno ormai talmente lontano dai suoi tifosi che a volte sembre che esista solo in televisione.

Certo accorgersene non sarebbe stato facile. Parliamo del campionato spagnolo e nessuno può azzardarsi a sprecare tempo o battute su realta’ diverse da quelle dei neo campioni d’Europa e del circo messo su da Mourinho a Concha Espina.

Tutti vogliono sapere tutto del Barcellona, la squadra più forte del mondo dove gioca il calciatore più forte del mondo allenato da quello che diventerà presto  l’allenatore più forte del mondo. Quella stessa squadra che fino a qualche anno fa si vantava di non aver mai macchiato la propria maglia con la scritta di uno sponsor e che aveva ceduto, per ragioni umanitarie, solo quando decise di stampare Unicef sulle proprie casacche, ha dimostrato invece come si trattasse di una mera questione di prezzo perchè dal prossimo anno sul petto di Xavi e compagni si leggerà bello grande Qatar Foundation, con Unicef relegato sul culo, letteralmente, dei blaugrana. E che non inganni la parola Foundation, non è niente di filantropico visto che verserà nelle casse del club catalano la bellezza di 150 milioni di euro in cinque anni. E tutti vogliono sapere cosa dice Mourinho in ogni conferenza stampa, chi caccia, chi tiene, se va d’accordo col suo compatriota Ronaldo, che intanto maledice il destino infame per averlo fatto nascere quasi coetaneo di Messi, o con Valdano, ormai un ex.

Eppure bastava scendere di qualche posizione nella classifica della Liga per notare qualcosa di straordinario. Esattamente al sesto posto si legge, a 58 punti, Athletic Bilbao.

Cosa ha di tanto eccezionale una qualificazione in Europa League, un sesto posto a 38 punti dalla prima della classe? Perché avrebbe meritato un po’ più di attenzione?

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in Dall'Europa, Riflessioni | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Athletic Bilbao, l’utopia ed i compromessi, un club comunque unico

Posted by thepeoplesgame su 28 maggio 2011

La recente conquista di un posto in Europa League, dopo anni di alti e bassi, e l’uscita della nuova edizione rivista e aggiornata del libro di Simone Bertelegni “L’utopia calcistica dell’Athletic Bilbao” offrono l’occasione per parlare dell’ambasciatore dei Paesi Baschi, e in particolare della provincia della Biscaglia, un club che condivide con il Barcellona il modello partecipativo e la forte appartenenza ad una regione particolare ma che, anche grazie alle dimensioni molto più ridotte, è rimasto più vicino alla gente. È uno dei tre club spagnoli (assieme a Barcellona e Real Madrid) a non essere mai retrocesso dalla Primera Division fin dalla sua fondazione nel 1989, ed è una tra le squadre spagnole più vincenti con otto campionati e 23 Coppe del Re. Nel 1990 è stato tra i quattro club che hanno potuto mantenere la struttura di associazione.

A rendere famoso nel mondo l’Athletic Bilbao più che i successi sul campo, che sono comunque numerosi (ha vinto la Liga otto volte, le più recenti datate 1983 e 1984), è la singolare filosofia portata avanti con coerenza da oltre un secolo, una sorta di autarchia, una strategia opposta all’internazionalizzazione del Barcellona. I biancorossi infatti schierano solo giocatori baschi, in gran parte cresciuti nel proprio settore giovanile, al centro tecnico di Lezema, frequentato dai tifosi proprio perché vi possono vedere all’opera molto futuri atleti della prima squadra. Nel 2003 è stata creata una fondazione che investe nel vivaio e quindi nell’intera filosofia del club, con il finanziamento indiretto, quindi degli stessi tifosi.

Inoltre, l’Athletic è stato l’ultima squadra spagnola a “macchiare” la maglia con uno sponsor, una decisione quanto mai complessa e discussa, per alcuni aspetti anche controversa. Per i tifosi biancorossi la maglia intonsa ha rappresentato un forte motivo di identità e di orgoglio, e non a caso è ancora di gran lunga la più venduta nei negozi di merchandising. Nel 2005 l’assemblea del club, con un margine ridotto, approvò la possibilità di aprire a uno sponsor, arrivato poi, proprio per l’impopolarità della scelta (molte aziende temevano il boicottaggio) solo a partire dalla stagione 2008/09, con l’accordo da due milioni di euro con la Petronar, che opera nel settore petrolifero. Un’azienda non basca, al contrario di quanto era stato promesso dai dirigenti. L’Athletic Bilbao, in precedenza, aveva ospitato sulla propria maglia, nel 2004, il marchio Euskadi (Paesi Baschi), ma solo nelle partite internazionali, per promuovere la propria regione. La volontà di non avere alcun logo sulla “camiseta” oltre lo stemma aveva portato, addirittura, nel 2001 a creare una propria marca di abbigliamento sportivo in modo da poter togliere anche il marchio dello sponsor tecnico. Il club vi ha però poi rinunciato, siglando un accordo con Umbro a partire dalla stagione 2009/10.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Dall'Europa | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: