the People's Game

  • I support SD

    I support SD
  • Supporters Direct

    Supporters Direct
  • Football Supporters Europe

    Football Supporters Europe
  • Venezia United

    Venezia United
  • Sogno Cavese

    Sogno Cavese
  • sosteniamolancona

  • MyRoma

    MyRoma
  • paperblog

La grande bugia della Premier League

Posted by thepeoplesgame su 1 agosto 2011

È il campionato più glamorous del mondo, seguitissimo praticamente ovunque, ma dietro i grandi campioni l’enorme giro d’affari della Premier League si nasconde una situazione economico-finanziaria che molti ignorano e che rende il rapporto con i tifosi (non i consumatori alla moda) sempre più difficile.
Sean Hamil, dell’Università di Londra, descrive così il paradosso.

La Premier League è riuscita a sostenere 17 anni (ora 19, ndr) di perdite pre-tasse ininterrotte dalla sua fondazione e allo stesso tempo a essere lodata, come business, come la Lega di maggior successo al mondo.

Eppure, basta un’occhiata ai numeri per rendersi conto che non è proprio oro tutto quello che luccica.
Dall’anno della sua fondazione, il 1992, non si è mai verificata una stagione in cui il risultato pre tasse fosse positivo e le perdite sono crescenti.
Non solo: i profitti operativi, dal 1992, si sono ridotti dal 16 al 4 per cento.
I debiti totali hanno invece superato, la scorsa estate, i 3.000 milioni di euro.
Nel febbraio 2010 il Portsmouth è stato il primo club della Premier League a finire in amministrazione controllata ed almeno due retrocessi alla fine della scorsa stagione, Birmignham City e West Ham United, rischiano la stessa fine.
Tutto questo mentre il giro d’affari è cresciuto dai 200 milioni di euro nel 1992 ai 2.400 milioni di euro della stagione 2009/10 (ovvero del 1100%, un dato che non trova paragoni in altri settori).
La Premier League è il campionato con il giro d’affari più alto in Europa, quello con i maggiori ricavi dalle sponsorizzazioni e dai diritti tv, anche quelli venduti sui mercati esteri.
In media, il 68% dei ricavi finisce però nelle tasche dei giocatori, contro il 44% speso in salari nella stagione inaugurale.
La ripartizione dei fatturato totale mostra poi una situazione che compromette l’equilibro competitivo del campionato: Manchester United, Chelsea, Liverpool e Arsenal hanno una media di 227 milioni  di sterline, mentre gli altri club, esclusi quelli retrocessi, hanno una media di 66 milioni.
Uno dei modi più semplici per dare un po’ di sollievo alle casse dei club è senza dubbio spremere i tifosi. Nella stagione 2008/09 il prezzo medio dei biglietti per le partite della Premier League era di 43 euro, contro i 40 della Liga, i 27 della Serie A, i 26 della Ligue 1 ed i 21 Bundesliga. Il numero medio degli spettatori era di gran lunga più alto in Germania, con 41.904 contro i 35.592 della Premier League, i 28.478 della Liga, i 25.304 della Serie A ed i 21.034 della Ligue 1.
Il trend dei prezzi dei biglietti in Inghilterra continua incurante delle esigenze dei tifosi: per la prossima stagione l’aumento medio dei prezzi degli abbonamenti è del 7,12%, mentre quello degli stipendi, a livello nazionale, è del 2,5%. Come riporta il Telegraph, solo quattro club hanno lasciato inalterato il prezzo dell’abbonamento: Bolton Wonderers, Everton Stoke City e Wolves.
L’aumento massimo è quello registrato dal Fulham, 33%, ma l’abbonamento meno caro è tra quelli più abbordabili. Per il biglietto stagionale dell’Arsenal, invece, bisogna spendere come minimo 951 sterline.
E questo solo per entrare allo stadio: bisogna poi aggiungere i prezzi crescenti e sempre più insostenibili del merchandising, in particolare delle replica shirt tanto diffuse Oltremanica, del servizio di ristorazione all’interno dello stadio e nei dintorni, e anche quelli relativi al trasporto. Sempre più per ricchi spettatori-consumatori più che per tifosi genuini, che vedono annacquarsi l’identità dei club che amano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: