the People's Game

  • I support SD

    I support SD
  • Supporters Direct

    Supporters Direct
  • Football Supporters Europe

    Football Supporters Europe
  • Venezia United

    Venezia United
  • Sogno Cavese

    Sogno Cavese
  • sosteniamolancona

  • MyRoma

    MyRoma
  • paperblog

Felici come soci, felici anche come tifosi: i successi dei club fan owned in UK nella stagione 2010/11

Posted by thepeoplesgame su 26 maggio 2011

Vivere nelle proprie possibilità, con una organizzazione responsabile, trasparente e democratica non significa che non si possa anche vincere sul campo! Nella stagione 2010/11 molte delle 19 squadre del Regno Unito in mano ai loro tifosi hanno smentito l’idea per cui siano un ideale a livello di proprietà e gestione ma non diano gioie in campionato, un pregiudizio duro a morire tra gli scettici, o tra chi preferisce il magnate di turno – che poi non è di per sé garanzia di nuovi trofei, basti pensare a quanto ha speso Moratti prima di arrivare allo scudetto.

La maggior parte dei club fan owned in UK è nata in seguito a gravi crisi economico-finanziarie delle società di cui hanno preso il posto, per cui per i loro tifosi la vera vittoria è esserci, a prescindere dalla categoria, e la reciproca appartenenza con il proprio club. Ma i successi sul campo, anche se appunto non così fondamentali, sono sempre graditi. Il recente finale di stagione ha dimostrato che non solo i club ma anche le squadre possono dare soddisfazioni ai loro tifosi-proprietari, a cominciare ovviamente dal Wimbledon che è tornato nei professionisti scrivendo una pagina indimenticabile per il movimento dei Supporters Trust. Ma oltre ai gialloblù altre formazioni sono salite alla ribalta.

L’AFC Telford United è tornato nella Blue Square Bet Premier, la categoria in cui militava prima del fallimento del 2004. La partita decisiva, l’ultima di campionato, vinta per 3-2, ha visto sugli spalti oltre 5mila tifosi. Anche il Merthyr Town, che festeggia anche il ritorno nel proprio stadio dopo le difficoltà economiche che aveva costretto ad emigrare.  ha centrato la promozione, così come il Chester, che punta a tornare nella Blue Square Bet Premier, ora solo due gradini più su. Il Gretna, una nobile decaduta del calcio scozzese, in mano al Supporters Trust dall’estate 2008, si è aggiudicato il proprio campionato, nelle categorie minori, con 19 vittorie, un pareggio e nessuna sconfitta. Promozione anche per il Clydebank: la nuova squadra fondata dai tifosi è ripartita dal fondo del calcio scozzese, dopo un caso di trasferimento del precedente club meno noto di quello del Wimbledon.

Altre formazioni hanno vissuto stagioni importanti, arrivando ad un passo dal traguardo. L’Exeter City ha chiuso il campionato di League One con un solo punto di distanza dalla zona play off, in quella che è stata la stagione di maggior successo nella loro storia, il Chesham United ha sfiorato i play off nel primo anno con i tifosi come azionisti di maggioranza, e anche l’Enfield Town, il primo club fondato da tifosi “ribelli” ha mancato di una posizione la qualificazione per gli spareggi, nell’anno in cui ha festeggiato il 10° anniversario e la consegna del nuovo stadio. Rammarico anche per l’ FC United, che ha perso la finale play off e rimanda l’atteso salto di categoria. Il Cambridge City, infine, è arrivato quarto e poi è uscito dai play off, ma si è garantito di poter restare nel proprio stadio, a rischio per una causa in corso, per almeno altre due stagioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: