the People's Game

  • I support SD

    I support SD
  • Supporters Direct

    Supporters Direct
  • Football Supporters Europe

    Football Supporters Europe
  • Venezia United

    Venezia United
  • Sogno Cavese

    Sogno Cavese
  • sosteniamolancona

  • MyRoma

    MyRoma
  • paperblog

Il silenzio e’ d’oro – di Stefano Faccendini

Posted by thepeoplesgame su 24 maggio 2010

Spesso ci si lamenta delle interviste dei calciatori, di quanto siano banali e scontate. L’alternativa potrebbe essere il silenzio visto che quando si decidono a prendere delle posizioni spesso rischiano di sparlare.

Prendiamo il caso di Ben Foster, promettente portiere inglese, nel giro della nazionale e appena passato dal Manchester United al Birmingham in cerca di un posto da titolare fisso. Prima di andarsene ha voluto lasciare questo souvenir verbale:

“I tifosi la fanno troppo lunga. Sicuramente amano la loro squadra ma dovrebbero forse concentrarsi nel tifarla di piu’ piuttosto che preoccuparsi troppo di chi la guida o chi la possiede…personalmente penso che i Glazer abbiano messo un sacco di soldi nella societa’ per comprare i giocatori necessari…”

Ora, viene spontaneo chiedersi, perche’ lo ha fatto? Perche’ queste dichiarazioni?

Eppure e’ stato li’ e, visto il tempo passato in panchina, ha avuto anche la possibilita’ di guardare gli spalti, di udire i cori e di riflettere. La protesta giallo-oro dei tifosi dei Red Devils e’ stata la cosa piu’ importante nella stagione di Premier League 2009-10. La presa di posizione di migliaia di sostenitori della squadra piu’ forte al mondo, non piu’ solo di chi aveva deciso di fondare l’FC United, e’ stato un messaggio di opposizione forte e chiaro a chi ha sommerso il club di debiti in nome di un tentativo di speculazione  tanto sfacciato quanto maldestro.

L’appello dei Red Knights, il consorzio formato da alcuni facoltosi tifosi dello United che vorrebbero succedere ai Glazer, al fine di radunare la tifoseria dietro un progetto che ridia una identita’ alla societa’ e alla squadra, e’ stato rivolto in primis a coloro che erano gia’ parte del Supporters Trust. In poche settimane il MUST e’ aumentato di circa 100mila membri  e se all’inizio il personale di sicurezza dell’Old Trafford cercava di perquisire e bloccare tutti coloro che portavano i colori del Newton Heath nello stadio, ci ha poi dovuto rinunciare viste le dimensioni assunte dalla protesta.

Le motivazioni sono piu’ che legittime: i Glazer, nonostante le parole infantili di Foster, hanno sommerso di debiti il club, hanno aumentato i prezzi dei biglietti in pochi anni di circa il 40%, hanno venduto fior di giocatori per ripianare un conto interessi sempre piu’ alto, hanno emesso obbligazioni per finanziare il proprio debito e stanno semplicemente tirando sul prezzo in attesa di vendere tutto il pacchetto al miglior offerente e tornare a casa con le tasche piene.

Quindi se i tifosi protestano, se chi riempie gli spalti protesta, se chi ama la squadra protesta, non vuol dire che vi sia meno passione. Anzi  al contrario, avere a  cuore il futuro ma anche il passato, la tradizione, l’identita’ della stessa vuol dire qualcosa di piu’ che applaudire un giocatore od esultare per un gol. Decidere di protestare, nonostante i successi e i trofei, richiede una fede assoluta nelle proprie ragioni e dimostra un attaccamento che professionisti come Foster non possono capire perche’ ogni anno sono sempre disponibili a venderlo al miglior offerente.

Stefano Faccendini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: