the People's Game

  • I support SD

    I support SD
  • Supporters Direct

    Supporters Direct
  • Football Supporters Europe

    Football Supporters Europe
  • Venezia United

    Venezia United
  • Sogno Cavese

    Sogno Cavese
  • sosteniamolancona

  • MyRoma

    MyRoma
  • paperblog

Purchè se ne parli? Non proprio…

Posted by thepeoplesgame su 9 novembre 2009

È uscito a fine ottobre, sul quotidiano Italia Oggi, un articolo di Marcel Vulpis, intitolato “Calcio, piace l’azionariato popolare” e dedicato in particolare all’A.S. Roma Trust, ma non solo. Si cita anche l’iniziativa del Modena e le esperienze europee e si propone l’azionariato popolare come “un fenomeno sicuramente da monitorare con attenzione”. Peccato intanto che l’articolo in questione presenti diverse inesattezze (una grossa proprio nelle due righe sul Modena) e soprattutto che abbia completamente travisato lo spirito del movimento dei Trust inglesi, facendoli passare di fatto per una strategia di marketing dei club, per un’ulteriore opportunità di spremere soldi dai loro tifosi. Ovvero quanto di più lontano dalla realtà inglese ma anche da quella tedesca e spagnola.

Essere membro di un trust, o socio di un club tedesco o dei quattro spagnoli “modello Barcellona”, non vuol dire avere in tasca una shopping card che garantisce agevolazioni negli acquisti presso i partner commerciali del club. Magari in alcuni casi ci sono anche vantaggi di questo tipo, sicuramente c’è la possibilità di sviluppare interessanti iniziative di marketing, ma si tratta di aspetti collaterali. Al cuore dei trust inglesi e della associazioni tedesche e spagnole c’è ben altro.

La “cassaforte finanziaria” di cui parla l’articolo fa pensare ad una sorta di donazione, come dire, quando la società dovrà tappare delle falle potrà contare sul contributo dei supporters. I tifosi sono ovviamente pronti ad attivarsi, anche mettendo mano al portafogli, quando c’è un’emergenza che mette a rischio il futuro della loro squadra, ma poi si deve passare alla fase successiva, quelle delle garanzie. I soldi non devono, intanto, finire in mano a chi ha portato il club alla crisi, ma devono essere gestiti in modo migliore ed i tifosi devono avere la possibilità di sorvegliare su come e da chi. È una questione di assetti proprietari e soprattutto di governance, non di marketing. I tifosi si organizzano per avere voce in capitolo, per essere ascoltati, meglio se rappresentati nel CdA del club (un aspetto citato solo en passant sui Italia Oggi), e per acquistare, quando e dove possibile, una quota del capitale sociale, in alcuni casi la totalità o comunque il controllo. Dall’articolo, invece, sembra che a creare i trust, le organizzazioni equivalenti, siano i club. Il movimento invece nasce dal basso, con il supporto tecnico di vari accademici e con quello, non solo finanziario, del Governo nel caso inglese. I trust sono strutture democratiche, aperte, con quote di ingresso alla portata di tutti, create dai tifosi per cercare di essere coinvolti nella gestione del loro club. Non, va ribadito, programmi fedeltà.

Peccato quindi, perché l’uscita su Italia Oggi di un pezzo che parlasse davvero delle varie forme di azionariato popolare (per quanto l’espressione non calzi a pennello) avrebbe potuto far conoscere ulteriormente un fenomeno di cui in Italia non si sa ancora molto e che sarebbe importante divulgare. Peccato anche perché l’articolo era nato da un altro, incentrato sull’AS Roma Trust e pubblicato su SportEconomy.it ,che invece non era male.

In questo caso, non vale dire “purché se ne parli”… bisognerebbe farlo capendo davvero l’argomento, e senza stravolgerne i principi e gli ideali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: